U.E.P.E. RAGUSA

15 Dicembre 2023

Progetto “Liberamente” – Anno 2023

Il Progetto “Libera-mente” realizzato, per la seconda annualità, dall’Ufficio Locale di Esecuzione Penale Esterna di Ragusa, in collaborazione con la rete di “LIBERA, Associazione, nomi e numeri CONTRO LE MAFIE”, ha avuto la finalità di dare una risposta diversificata alle attività trattamentali di soggetti in misura alternativa alla detenzione, misura di sicurezza e messa alla prova, orientando ogni attività programmata al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Categorie

Progetti

A decorrere dal 7 maggio 2024 l’UEPE di Ragusa sarà presente presso il Tribunale di Ragusa con un presidio ubicato all’interno del complesso Carmine Putie – Palazzina D, nella giornata del martedì, dalle ore 09:00 alle ore 13:00.

L’istituzione di tale presidio rientra tra le intese raggiunte con il protocollo operativo sottoscritto, in data 22 aprile 2024, tra l’UEPE, il Tribunale di Ragusa, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Ragusa e la Camera Penale degli Iblei, in materia di probation giudiziario. Esso costituirà, nell’ottica della collaborazione tra i soggetti firmatari, un punto di riferimento per l’utenza interessata alla presentazione di istanze di sospensione del procedimento con messa alla prova e/o per l’applicazione di pene sostitutive delle pene detentive brevi.

Le modalità operative concordate seguono l’iter tracciato dalle riforme intervenute nel corso dell’ultimo decennio (legge n. 67/14 – Deleghe al Governo in materia di pene detentive non carcerarie e di riforma del sistema sanzionatorio. Disposizioni in materia di sospensione del procedimento con messa alla prova e nei confronti degli irreperibili; decreto legislativo n. 150/22 – Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l’efficienza del processo penale, nonché in materia di giustizia riparativa e disposizioni per la celere definizione dei procedimenti giudiziari; legge 689/81 – Modifiche al sistema penale), la cui portata innovativa ha rimodellato il sistema sanzionatorio penale e offerto risposte sanzionatorie più corrispondenti alla funzione risocializzante della pena, immediatamente esecutive e più efficaci sotto il profilo del contenimento delle recidive. Si tratta di un cambiamento culturale e di un processo di transizione  fattivamente realizzati attraverso l’introduzione di nuovi istituti quali le pene sostitutive delle pene detentive breviche, unitamente all’ormai noto istituto della messa alla provae alle storiche misure alternative alla detenzione”, hanno contribuito a modificare l’assetto degli Uffici di esecuzione penale esterna, rendendo necessaria una riorganizzazione operativa degli interventi in chiave multidisciplinare, di raccordo con il territorio di competenza  e di ottimizzazione delle esigue risorse a disposizione anche al fine di sostenere l’ingente carico di lavoro che ne è derivato.

Al presidio è stata assegnata, inoltre, la funzione di Osservatorio del probation giudiziario, al fine di monitorare, con cadenza semestrale, l’attuazione e l’andamento delle procedure concordate e apportare eventuali modifiche in itinere, oltre a promuovere iniziative di formazione e aggiornamento professionali congiunte. L’Osservatorio è costituito da un rappresentante di ciascuno dei soggetti firmatari.

Di seguito è possibile consultare integralmente il Protocollo operativo.

Contatti:

Sede: 0932/678389

Referenti: Dott.ssa Emanuela Puccia 334/1107522

Dott.ssa Maria Consuelo La Rosa 334/1167452

Dott.ssa Tania Carmine Battaglia 334/1166688

 

 

 

 

 

Gallerie fotografiche (scorri)

Mappa Interattiva

Clicca su per attivare